La Italian Kölsch cambia nome e diventa ColoniAle

La Italian Kölsch, una delle nostre birre più apprezzate e premiate, da ottobre cambierà nome per diventare ColoniAle

 

Da ottobre sulle bottiglie dall’etichetta grigia non troverete più il nome Italian Kölsch ma ColoniAle.

Da sempre abbiamo scelto di chiamare le nostre birre non con nomi di fantasia ma col nome dello stile a cui ci ispiriamo.

La ricetta originale della birra tipica della città di Colonia, dalla quale eravamo partiti nel 2013 all’inizio di questa avventura,

è stata però più volte modificata nel tempo per esigenze creative del nostro mastro birraio fino a diventare oggi una birra molto diversa,

sempre più apprezzata, che poco ha in comune con lo stile di riferimento.

Rispetto all’originale, una birra leggera e facile bevuta tutta d’un fiato nei classici bicchieri cilindrici da 20 cl, la nostra è oramai una birra complessa, dal corpo scorrevole ma di media robustezza,

con qualche nota di dolcezza tendente al miele, ma che vira poi su un finale secco e pulito di un amaro erbaceo abbastanza netto.

L’aggiunta del luppolo in dry hopping, non contemplato nella tradizione tedesca, ha ulteriormente caratterizzato la birra, aumentando notevolmente gli aromi erbacei e floreali percepiti al naso.

Insomma, per farla breve, la nostra Italian Kölsch non sembra più una Kölsch, ma una sorella maggiore!

Da qui deriva la decisione ponderata di cambiarne il nome in ColoniAle, un nome che mantiene ancora forti legami con le proprie origini come il sapore della nostra birra,

ma che allo stesso tempo testimonia l’evoluzione che l’ha accompagnata in questi anni…

ColoniAle, la Ale di Colonia.

 

coloniale
image-1366